Filosofia

L'in­di­vi­duo è al cen­tro di tut­te le at­ti­vità pro cli­ma. Una ri­sor­sa im­por­tan­te per l'im­pre­sa so­no i suoi col­la­bo­ra­to­ri. Il tem­po tra­scor­so al la­vo­ro è tem­po vi­ta­le. La pos­si­bi­lità di di­ver­tir­si la­vo­ran­do si crea a par­ti­re dall'iden­ti­fi­ca­zio­ne con le idee dell'im­pre­sa e dal ri­co­no­sci­men­to dell'uti­lità del pro­prio im­pe­gno.

 

Storia

Nel 1978 Lo­thar Moll, il di­ri­gen­te at­tua­le di MOLL ba­uokölo­gi­sche Pro­duk­te Gm­bH, aprì un cen­tro di con­su­len­za per l'edi­li­zia eco­lo­gi­ca e po­se in que­sto mo­do la pie­tra an­go­la­re di pro cli­ma.

All'ini­zio de­gli an­ni 80 la "Bio­lo­gi­sche In­sel" ("iso­la bio­lo­gi­ca") si ag­giun­se al cen­tro di con­su­len­za, con­tan­do tra l'al­tro su una ri­ven­di­ta di ma­te­ria­li edi­li con una gam­ma di pro­dot­ti esclu­si­va­men­te eco­lo­gi­ci. A par­ti­re dal 1985 fu­ro­no idea­te le pri­me guai­ne di pro­te­zio­ne con­tro la con­ve­zio­ne e i pri­mi fre­ni al va­po­re, lan­cia­ti sul mer­ca­to con il no­me del­la mar­ca B.I. Bau­pap­pen (tra gli al­tri ECO COLL ade­si­vo al lat­ti­ce na­tu­ra­le e DB+ car­to­ne da co­stru­zio­ne). Ul­te­rio­ri pro­dot­ti per si­ste­mi di im­per­mea­bi­liz­za­zio­ne all'aria si ag­giun­se­ro con l'av­vio del­la mar­ca pro cli­ma nel 1994.

Og­gi pro cli­ma è at­ti­va a li­vel­lo mon­dia­le in più di 30 pae­si e of­fre si­ste­mi com­ple­ti per l'im­per­mea­bi­liz­za­zio­ne in­ter­ni ed ester­ni con guai­ne in­tel­li­gen­ti, ma­te­ria­li di rac­cor­do, con­trol­lo qua­lità e un am­pio ser­vi­zio.

Con l'in­se­ri­men­to sul mer­ca­to del si­ste­ma ad al­te pre­sta­zio­ni pro cli­ma IN­TEL­LO, nel 2004, pro cli­ma ha fis­sa­to nuo­vi ca­no­ni per la pro­te­zio­ne con­tro dan­ni edi­li e muf­fe.

 

Collaborazione cooperativa

La col­la­bo­ra­zio­ne av­vie­ne tra in­di­vi­dui. Le re­la­zio­ni per­so­na­li e una re­te oriz­zon­ta­le di part­ner nel cam­po dei ser­vi­zi, dell'ar­ti­gia­na­to, del­la ven­di­ta, dell'in­du­stria, del­la ri­cer­ca, dell'in­se­gna­men­to e del­le as­so­cia­zio­ni so­no la chia­ve per uno svi­lup­po po­si­ti­vo e per il suc­ces­so co­mu­ne. L'orien­ta­men­to dell'im­pre­sa è vol­to a sod­di­sfa­re in mo­do coe­ren­te le esi­gen­ze dei clien­ti.

 

Obiettivo dell'impresa

L'obiet­ti­vo dell'im­pre­sa è quel­lo di ot­te­ne­re un ri­spar­mio ener­ge­ti­co at­tra­ver­so si­ste­mi di im­per­mea­bi­liz­za­zio­ne e so­lu­zio­ni ap­pli­ca­ti­ve al­ta­men­te ef­fi­ca­ci, con­tri­buen­do così al­la ri­du­zio­ne del­le emis­sio­ni di CO2.

At­tra­ver­so co­stru­zio­ni coi­ben­ti al­ta­men­te ef­fi­ca­ci si evi­ta­no dan­ni edi­li, si man­ten­go­no i va­lo­ri e si crea un cli­ma abi­ta­ti­vo sa­no, per una mag­gio­re qua­lità dell'am­bien­te do­me­sti­co. Per que­sto la mi­glior fun­zio­na­lità è com­bi­na­ta con il mi­glior orien­ta­men­to eco­lo­gi­co pos­si­bi­le.

 

Kind am See

Voglia di futuro

So­lo at­tra­ver­so un'ap­pli­ca­zio­ne coe­ren­te e con­sa­pe­vo­le di so­lu­zio­ni in­tel­li­gen­ti si può rag­giun­ge­re un al­to li­vel­lo di vi­ta per tut­ti gli in­di­vi­dui sul­la ter­ra.

L'im­pie­go con­sa­pe­vo­le di tec­no­lo­gie e so­lu­zio­ni - e con ciò di sa­pe­re - of­fre un im­po­nen­te po­ten­zia­le in cam­po edi­le. Que­sto am­pio ba­ga­glio di co­no­scen­ze cre­sce pres­so pro cli­ma fin da­gli an­ni 80. Og­gi co­sti­tui­sce la ba­se di un'in­no­va­zio­ne per­ma­nen­te.

So­prat­tut­to la ri­du­zio­ne del fab­bi­so­gno ener­ge­ti­co at­tra­ver­so la coi­ben­ta­zio­ne e l'im­per­mea­bi­liz­za­zio­ne in­tel­li­gen­te del man­to de­gli edi­fi­ci so­no mi­su­re sem­pli­ci ma mol­to ef­fet­ti­ve che per­met­to­no di in­fluen­za­re il fu­tu­ro in ma­nie­ra po­si­ti­va.

... un com­pi­to per la no­stra ge­ne­ra­zio­ne

 

Werte

Valori

Al cen­tro del­la no­stra idea d'im­pre­sa si tro­va­no quat­tro va­lo­ri.

Co­mu­ni­ca­zio­ne

In­di­vi­dui e col­la­bo­ra­zio­ne so­no più im­por­tan­ti di pro­ces­si e stru­men­ti. Si de­ve frui­re del­le ini­zia­ti­ve dei col­la­bo­ra­to­ri. Gli in­te­res­si del­le per­so­ne coin­vol­te so­no le­ga­ti con quel­li dell'im­pre­sa. Si è sem­pre li­be­ri di par­la­re di pro­ble­mi o di co­mu­ni­ca­re an­che no­ti­zie po­co po­si­ti­ve.

Sem­pli­cità

Ogni pro­ble­ma vie­ne con­si­de­ra­to co­me se fos­se sem­pre ri­sol­vi­bi­le, co­me un gio­co da ra­gaz­zi. Gio­ca, per vin­ce­re.

Ri­scon­tro

La col­la­bo­ra­zio­ne con i clien­ti è an­te­po­sta al­la con­trat­ta­zio­ne con­trat­tua­le. Le ri­spo­ste so­no da­te il più pre­sto pos­si­bi­le. L'in­ter­pre­ta­zio­ne del ri­scon­tro e le no­zio­ni che ne de­ri­va­no con­flui­sco­no nel si­ste­ma.

Co­rag­gio

La rea­zio­ne di fron­te ai cam­bia­men­ti è più im­por­tan­te del man­te­ni­men­to di un pia­no. Ogni pro­ble­ma può es­se­re ri­sol­to at­tra­ver­so una se­rie di pic­co­le mo­di­fi­che. Espe­ri­men­ti mi­ra­ti mi­ni­miz­za­no i ri­schi e au­men­ta­no si­cu­rez­za e fi­du­cia.