Luftdichtheitskonzept

La tenuta all’aria è prevista per legge. L’ordinanza tedesca sul risparmio energetico (EnEV) e le norme sull’isolamento termico DIN 4108, parte 2 e 3, prevedono che l’involucro edilizio sia impermeabile all’aria nel tempo. Il motivo è semplice: affinché gli edifici dotati di isolamento termico siano efficienti dal punto di vista energetico e in grado di garantire comfort e protezione contro i danni causati dall’umidità, devono essere costruiti a tenuta d’aria. pro clima offre un sistema completo di soluzioni per superfici, giunzioni, incollaggio e dettagli. Gli installatori e gli architetti possono inoltre accedere a un’ampia gamma di servizi, come assistenza tecnica, verifiche sugli elementi edili, calcoli strutturali e formazione in loco.

Sistemi di tenuta all’aria pro clima


Luftdichtheitskonzept

La tenuta all’aria inizia con la progettazione

Un’attenta progettazione è fondamentale per la tenuta all’aria. Infatti, è la condizione preliminare per garantire che si possa realizzare in cantiere un involucro edilizio impermeabile all’aria di alta qualità, senza difficoltà e risparmiando sui costi. A tal fine devono essere coordinate tutte le maestranze prima e durante le attività in cantiere. Ciò è previsto, ad esempio, dalla norma DIN 4108-7. Per realizzare un involucro edilizio a tenuta d’aria è necessario un apposito progetto.

Il progetto di tenuta all’aria – quanto deve essere dettagliato?

L’associazione tedesca che si occupa della tenuta all’aria nelle costruzioni (FLiB) prevede che il progetto di tenuta all’aria comprenda tutte le misure che riguardano la progettazione, l’esecuzione e il controllo dell’involucro edilizio. Tra esse rientrano:

  • progetto generale
  • progettazione dettagliata
  • richiesta di offerta / gara d’appalto
  • colloquio di coordinamento tra le maestranze
  • esecuzione degli interventi di tenuta all’aria
  • controllo qualità

Che cosa comporta o come viene realizzato un progetto di tenuta all’aria?

Nella pratica, spesso il progetto generale preliminare si considera come un progetto completo di tenuta all’aria. Tuttavia, per creare in modo professionale e sicuro un involucro edilizio impermeabile all’aria sono necessarie tutte le fasi sopra indicate – in particolare un progetto esecutivo dettagliato per giunti impermeabili all’aria. I programmi di incentivi per il risanamento energetico o per nuove costruzioni a efficienza energetica, ad esempio quelli dell’Istituto tedesco per la ricostruzione (KfW) in Germania, richiedono spesso un progetto di tenuta all’aria anche come prova tecnica. In questo caso, però, in genere il progetto generale è già sufficiente. Le informazioni relative a ogni programma contengono indicazioni più dettagliate. Qui ci occupiamo più nel dettaglio del progetto generale.

1. Sintesi delle informazioni generali

Il progetto generale sintetizza le principali informazioni generali sul progetto edilizio. Si tratta, ad esempio, di luogo, tipo di costruzione, programmi di incentivi e obiettivi di finanziamento, dati sull’impiantistica ecc.

2. Rappresentazione dello sviluppo generale

In una prima fase di progettazione si definisce lo sviluppo generale dell’involucro edilizio impermeabile all’aria, e lo si rappresenta ad esempio con disegni in sezione e in pianta dell’edificio. In questo caso, l’involucro edilizio impermeabile all’aria racchiude idealmente il volume dell’edificio riscaldato.

3. Definizione della tenuta all’aria nella struttura standard

In seguito viene definita la struttura standard per tutti gli elementi rilevanti dell’involucro edilizio, come tetto, pareti esterne, soffitto dello scantinato ecc. In questo modo si stabilisce quale strato dei componenti di preciso debba assumere la funzione di tenuta all’aria delle superfici. Nel caso del soffitto dello scantinato potrebbe essere la piastra di cemento armato o, nel caso di pareti esterne in muratura, l’intonaco interno. Il tutto va definito in una tabella, con una descrizione scritta dettagliata, o attraverso annotazioni nei disegni in sezione e in pianta dell’edificio.

4. Definizione della tenuta all’aria perimetrale e indicazione dei dettagli

Nei disegni in sezione e in pianta dell’edificio vanno indicati ed evidenziati con una linea colorata i livelli di tenuta all’aria nei singoli componenti. I dettagli delle giunzioni che emergono, ad esempio giunti tra componenti, passaggi per cavi e tubi o giunzioni, vanno contrassegnati con un cerchio colorato. Per controllo, deve essere possibile passare una matita sui disegni lungo l’involucro edilizio impermeabile all’aria senza doverla sollevare (assenza di fessure o sporgenze). Si tratta della cosiddetta regola della matita.

5. Schizzi della tenuta all’aria nei dettagli

Nella fase successiva si rappresentano in modo approssimativo in semplici schizzi i dettagli delle giunzioni contrassegnati, aggiungendo indicazioni generali. Nel progetto generale è sufficiente una rappresentazione schematica molto semplice, senza una pianificazione dettagliata del lavoro. A tal fine si possono utilizzare, ad esempio, schizzi realizzati a mano o anche fotografie fatte in cantiere. L’obiettivo è evidenziare i punti nevralgici, come ad esempio la necessità di intonacare l’intera superficie delle pareti in muratura dietro le contropareti per la tenuta all’aria. Il progetto esecutivo dettagliato (pianificazione del lavoro) non è parte integrante del progetto generale, ma dipende dal responsabile della progettazione.

Progettare tutto nei dettagli

Il progetto generale di tenuta all’aria non sostituisce una progettazione dettagliata. Questo aspetto dovrebbe essere chiaramente indicato nel quadro del progetto generale. Tuttavia, per una corretta costruzione, la progettazione edilizia si dovrebbe effettuare nella fase successiva. È necessario chiarire preventivamente chi ne è responsabile. Di solito si tratta dello specifico progettista o dell’architetto. Se non è stato incaricato un progettista, ad esempio in caso di ristrutturazione parziale, o se non è disponibile una progettazione edilizia adeguata, spesso è l’artigiano ad assumersi (consapevolmente o meno) il compito della progettazione, con le relative conseguenze in termini di responsabilità. In tali situazioni è necessario tutelarsi, ad esempio attraverso assicurazioni idonee o la richiesta di informazioni complete sulla progettazione, che descrivano con dovizia di dettagli le prestazioni richieste.

La tenuta dell’aria nella pratica

Sistemi di tenuta all’aria pro clima

Per ottenere in sicurezza e con praticità la tenuta all’aria, pro clima offre soluzioni di sistema adatte, ciascuna composta da una membrana freno al vapore e barriera all’aria, un collante di giunzione, un nastro adesivo, passacavi o passatubi e soluzioni per dettagli.

  • Sistema completo con componenti perfettamente coordinati
  • Garanzia di sistema di 10 anni
  • Speciale protezione da danni edili e muffa grazie all’adattamento intelligente alla diffusione
  • Sistemi certificati Passivhaus (casa passiva)
  • Nastri adesivi con 100 anni di forza adesiva testata e comprovata in modo indipendente
  • Un’edilizia più salubre grazie a ottimi risultati nei test delle sostanze nocive

Sistemi per una tenuta all’aria affidabile