Laborprüfung

La durata delle membrane igrovariabili freno al vapore e barriera all’aria deve essere verificata, come richiesto già dal 2012 dalla norma DIN 68800 sulla protezione del legno nella parte 2. La norma DIN 68800-2 è stata introdotta nel settore dell’edilizia. Non si tratta quindi di una raccomandazione, ma di parte del diritto in materia di edilizia e pertanto della legge. Essa richiede esplicitamente la prova del comportamento di invecchiamento di un freno al vapore con resistenza alla diffusione igrovariabile.

Se non è possibile o non si intende fornire tale prova, il freno al vapore definito igrovariabile è considerato per legge semplicemente un freno al vapore con resistenza alla diffusione costante (valore sd) e può quindi essere utilizzato solo come tale. La marcatura CE in base alla norma EN 13984 non indica che sia stata verificata la stabilità delle caratteristiche igrovariabili nel tempo. Di base, la norma europea non parla di freni al vapore igrovariabili e quindi neanche di metodi di prova per determinare l’andamento della funzione igrovariabile o per dimostrare la resistenza all’invecchiamento.

La prova può essere fornita, ad esempio, tramite un’ETA (European Technical Assessment/Valutazione Tecnica Europea).

Se le caratteristiche igrovariabili non sono regolamentate, ad esempio, da un’ETA, non si tratta di un freno al vapore igrovariabile. L’uso di una membrana di questo tipo come freno al vapore igrovariabile violerebbe le disposizioni di legge sui prodotti da costruzione. Ciò potrebbe portare a richieste di risarcimento da parte di committenti informati.

Lo stesso vale se l’uso di un freno al vapore igrovariabile è richiesto da capitolato o rientra nell’offerta dell’impresa esecutrice. Questa prestazione può essere garantita solo tramite un freno al vapore igrovariabile con durata comprovata.

INTELLO e INTELLO PLUS sono i primi freni al vapore igrovariabili con durata comprovata tramite omologazione. L’ETA conferma in modo indipendente la resistenza all’invecchiamento delle due membrane INTELLO per un periodo minimo di 50 anni.

Tutte le verifiche per l’omologazione sono state effettuate in modo indipendente in un istituto di prova accreditato. L’accreditamento è importante perché, a sua volta, l’istituto di prova è controllato in modo indipendente dall’ente di accreditamento tedesco. Ciò garantisce l’indipendenza e l’affidabilità dei risultati delle prove.

INTELLO funziona nei cantieri invernali

I cantieri invernali non sono un problema con INTELLO e INTELLO PLUS di pro clima. Importante è un idoneo valore Hydrosafe. Il valore Hydrosafe indica l’impermeabilità di un freno al vapore igrovariabile in presenza di un’umidità media del 70%. Un’umidità media del 70% è presente, ad esempio, con il 90% di umidità dell’aria ambiente e il 50% di umidità specifica, il che si può riscontrare ad esempio durante l’intonacatura delle pareti o la posa del massetto.

Secondo la regola del 70/1,5, un valore Hydrosafe di sd = 1,5 m è sufficiente per tenere lontana dalla costruzione un’elevata umidità dovuta a ragioni costruttive. La regola 70/1,5 deriva dalla norma DIN 68800-2. Con un valore Hydrosafe superiore a 2 m, INTELLO e INTELLO PLUS vanno ben oltre il requisito di sd = 1,5 m. Tuttavia, il valore Hydrosafe non dovrebbe essere superiore a 2,5 m, altrimenti l’asciugatura dell’umidità penetrata in modo imprevisto potrebbe ridursi sensibilmente.

Winterbaustelle

Il primo freno al vapore igrovariabile, pro clima DB+, è stato sviluppato già all’inizio degli anni ’90 per garantire un’elevata protezione dall’umidità durante la fase costruttiva e dopo il completamento dell’edificio. INTELLO e INTELLO PLUS sono la naturale evoluzione di DB+. Molti milioni di metri quadrati di costruzioni sono stati progettati e realizzati senza danni con le membrane. Con INTELLO, INTELLO PLUS e DB+, gli elementi costruttivi sono protetti dall’umidità durante e dopo la fase di costruzione.

I freni al vapore non funzionano come un cactus, che chiude i pori quando fa freddo e li apre quando fa caldo.

Le proprietà igrovariabili devono essere mantenute sia quando fa caldo che quando fa freddo. In caso contrario, le membrane non possono essere utilizzate per proteggere l’elemento costruttivo in un clima interno quasi costante. Anche durante la posa sub-and-top (posa della barriera all’aria dall’esterno durante il risanamento del tetto) è importante che le membrane sul lato esterno eventualmente freddo favoriscano l’asciugatura. Le membrane suscettibili a freddo/caldo comportano necessariamente danni strutturali. L’asciugatura potrebbe non essere possibile in base alla temperatura. Inoltre, le membrane porose non sono impermeabili all’aria!

Il bilancio idrico dei cactus non ha niente a che vedere con la funzione di un freno al vapore. I cactus appartengono alle succulente (piante ricche di succo). Grazie alla loro grande capacità di immagazzinare acqua possono prosperare in regioni poco piovose. I cactus, come la maggior parte delle altre piante, prendono l’acqua dal suolo attraverso le radici e la immagazzinano al loro interno. In genere i cactus formano quindi un sistema di radici piatto molto esteso. Il rilascio d’acqua (evaporazione) è molto ridotto. Attraverso il loro fusto piuttosto spesso e le piccole spine emettono pochissima acqua. Quindi, l’assorbimento dell’acqua (radici) e l’evaporazione (spine) nei cactus avvengono in punti completamente diversi. Una funzionalità intelligente della membrana nel fusto dei cactus pertanto non avrebbe alcun effetto.

INTELLO offre una maggiore sicurezza rispetto ai freni al vapore con valore sd soggetto alla direzione

INTELLO e INTELLO PLUS garantiscono un potenziale particolarmente elevato di assenza di danni edili. Grazie al loro profilo di diffusione perfettamente progettato permettono di realizzare costruzioni particolarmente robuste e sicure. In inverno entrambe le membrane raggiungono una resistenza alla diffusione molto elevata e proteggono l’isolamento in modo ottimale da danni edili e muffe. In estate, se necessario, possono diventare estremamente aperte alla diffusione. L’umidità che penetra in modo imprevisto negli elementi strutturali può così asciugarsi al meglio. Questo principio si è dimostrato valido nella pratica in oltre 20 anni e con molti milioni di metri quadrati di INTELLO e INTELLO PLUS. Lo studio contiene tutte le informazioni di base per calcolare il potenziale di assenza di danni edili.

A differenza delle membrane con resistenza alla diffusione soggetta alla direzione, le membrane igrovariabili INTELLO/INTELLO PLUS non possono essere installate inavvertitamente in modo errato. Esse offrono un’elevata protezione contro i danni edili in entrambe le direzioni – durante la fase di costruzione e l’uso dell’edificio – per tutta la vita dell’edificio.

La membrana pro clima adatta alla posa sub-and-top (posa della barriera all’aria dall’esterno durante il risanamento del tetto) è DASATOP. Il suo profilo di diffusione igrovariabile è impostato in modo ottimale per questo impiego. Inoltre, DASATOP non può essere posata in modo errato in riferimento alla gestione dell’umidità. Non è necessario girare la membrana. Può essere posata direttamente dal rullo. Ciò esclude i danni e i costi conseguenti a errori di posa di questo tipo. L’elevata sicurezza di posa di DASATOP è data dal fatto che anch’essa non è legata alla direzione.

Con un valore sd > 2 m, DASATOP protegge dall’umidità l’isolamento nell’area del tetto. Allo stesso tempo, nell’area della travatura può essere aperta alla diffusione come una moderna membrana sottotegola (valore sd = 0,05 m). In questo modo, l’umidità può asciugarsi praticamente senza ostacoli.

Le caratteristiche delle membrane pro clima sono perfettamente adatte alle applicazioni consigliate. In questo modo si garantisce sempre la massima sicurezza contro i danni edili. Inoltre, la posa su ogni tipo di costruzione è semplice e permette di risparmiare sui costi (ad esempio grazie all’assenza di riverbero e all’adattabilità). Ecco perché esistono una membrana DASATOP e due membrane INTELLO. Perché una membrana che sa fare un po’ di tutto non sarà in grado di fare bene niente.

Per domande su funzionalità, progettazione o posa di INTELLO e INTELLO PLUS non esitate a contattarci. Gli ingegneri dell’assistenza tecnica pro clima o il vostro referente esterno pro clima sono a vostra disposizione con grande competenza e molta esperienza pratica.

Ulteriori informazioni sul sistema INTELLO/INTELLO PLUS

Durata verificata