Abbassamento dei costi di riscaldamento, protezione del clima

Co­stru­zio­ni im­per­mea­bi­li all'aria ri­spar­mia­no ener­gia e prov­ve­do­no all'ot­ti­ma­le fun­zio­na­men­to del ma­te­ria­le coi­ben­te. Que­sto ri­du­ce i co­sti di ri­scal­da­men­to e le emis­sio­ni di CO2. Il por­ta­fo­glio e il cli­ma ne trag­go­no be­ne­fi­cio in ugual mi­su­ra.

 

Minima causa, grande conseguenza

An­che le più pic­co­le fes­su­re del­lo stra­to im­per­mea­bi­le all'aria, ri­sul­ta­to per esem­pio di una sca­den­te si­gil­la­tu­ra o man­ca­ta chiu­su­ra dei fre­ni al va­po­re o guai­ne im­per­mea­bi­li, pos­so­no pro­vo­ca­re la ve­lo­ce di­sper­sio­ne dell'aria cal­da ver­so l'ester­no, au­men­tan­do così i co­sti per il ri­scal­da­men­to e ren­den­do la coi­ben­ta­zio­ne ter­mi­ca me­no red­di­ti­zia per il pro­prie­ta­rio. Al­lo stes­so tem­po si svi­lup­pa­no in que­sto mo­do ele­va­te emis­sio­ni di CO2 no­te­vol­men­te mag­gio­ri in con­fron­to a quel­le svi­lup­pa­te dal ri­scal­da­men­to di un edi­fi­cio cor­ret­ta­men­te im­per­mea­bi­liz­za­to all'aria.

convezione fuga calore

Confronto tra un manto impermeabile all'aria e un'altro permeabile all'aria

L’Isti­tu­to di fi­si­ca edi­le di Stoc­car­da ha ana­liz­za­to un si­ste­ma coi­ben­te di su­per­fi­cie 1 x 1 m, con uno spes­so­re di iso­la­men­to pa­ri a 14 cm.
In con­di­zio­ni di im­per­mea­bi­lità all'aria e in as­sen­za di fes­su­re sul man­to di te­nu­ta all'aria, si è po­tu­to con­fer­ma­re il va­lo­re di coi­ben­ta­zio­ne di 0,30 W/m²K cal­co­la­to in pre­ce­den­za.
Nel ca­so in cui la stes­sa co­stru­zio­ne pre­sen­ti una fes­su­ra sul man­to di te­nu­ta di lar­ghez­za pa­ri a so­lo 1 mm, il va­lo­re di tra­smit­tan­za ter­mi­ca U peg­gio­ra for­te­men­te e scen­de ad un U = 1,44 W/m²K.

Si di­sper­de quin­di qua­si 5 vol­te più ca­lo­re ri­spet­to a una co­stru­zio­ne im­per­mea­bi­le all'aria.

Heizung gross

Manto dell'edificio permeabile all'aria: alti costi per il riscaldamento

Una ca­sa di 80 m² di su­per­fi­cie abi­ta­bi­le con scar­sa te­nu­ta all'aria, ne­ces­si­ta per il ri­scal­da­men­to la stes­sa quan­tità d'ener­gia di una ca­sa di 400 m² di su­per­fi­cie abi­ta­bi­le ma im­per­mea­bi­le all’aria. Mag­gio­ri so­no i pun­ti di man­ca­ta te­nu­ta all'aria dell'in­vo­lu­cro e mag­gio­re è la dif­fe­ren­za di pres­sio­ne at­mo­sfe­ri­ca tra in­ter­no ed ester­no, più ri­sul­ta­no ele­va­te le di­sper­sio­ni di ca­lo­re ver­so l'ester­no.

Que­sto po­treb­be ad­di­rit­tu­ra com­por­ta­re l'im­pos­si­bi­lità di ri­scal­da­re suf­fi­cien­te­men­te le ca­se in ca­so di gran­de ge­lo e for­te pres­sio­ne dal ven­to, no­no­stan­te il va­lo­re U del­la coi­ben­ta­zio­ne sia sta­to cal­co­la­to in mo­do cor­ret­to.
Fes­su­re e di­scon­ti­nuità nei fre­ni al va­po­re dal pun­to di vi­sta tec­ni­co-ener­ge­ti­co so­no equi­pa­ra­bi­li ad una fes­su­ra con­ti­nua tra in­fis­so e mu­ra­tu­ra, che di re­go­la non è tol­le­ra­ta, vi­sto che se ne pos­so­no per­ce­pi­re di­ret­ta­men­te le con­se­guen­ze ne­ga­ti­ve sul­le con­di­zio­ni di com­fort in­ter­no.

Heizung klein

Manto dell'edificio impermeabile: Bassi costi per il riscaldamento

Nell'Eu­ro­pa cen­tra­le, per il ri­scal­da­men­to de­gli am­bien­ti, le ca­se ne­ces­si­ta­no me­dia­men­te di 22 li­tri di ga­so­lio, cor­ri­spon­den­ti ad una po­ten­za di 220 KW/h di gas, per ogni me­tro qua­dro di su­per­fi­cie abi­ta­bi­le. In con­fron­to, un ca­sa co­strui­ta se­con­do gli at­tua­li re­qui­si­ti di coi­ben­ta­zio­ne con­su­ma so­lo 3 li­tri di ga­so­lio/m² di su­per­fi­cie abi­ta­ti­va e una ca­sa pas­si­va ne ar­ri­va a con­su­ma­re ad­di­rit­tu­ra so­lo 1 li­tro.

Il pre­sup­po­sto è sem­pre un man­to dell'edi­fi­cio im­per­mea­bi­le all'aria a per­fet­ta te­nu­ta.