TESCON NAIDECK

TESCON NAIDECK

 

TESCON NAIDECK

Na­stro bia­de­si­vo per la si­gil­la­tu­ra dei chio­di
 

Vantaggi

  • ef­fet­to si­gil­lan­te mol­to buo­no - col­la in bu­ti­le flui­da pe­ne­tra a fon­do nel­la strut­tu­ra dei sot­to­tet­ti
  • re­si­sten­te all'ac­qua
  • adat­ta per co­per­tu­re tem­po­ra­nee in ac­cor­do al­la sche­da tec­ni­ca dei pro­dot­ti ZV­DH
  • ar­ma­tu­ra di rin­for­zo
  • non con­tie­ne bi­tu­me
 

Applicazione

Na­stro si­gil­lan­te per chio­di da ap­pli­ca­re sot­to la con­tro­li­stel­la­tu­ra in strut­tu­re di co­per­tu­ra in­cli­na­te.
Se­con­do la Zen­tral­ver­band des Deu­tschen Da­ch­dec­ke­rhand­werks (ZV­DH), as­so­cia­zio­ne cen­tra­le dei co­pri­tet­ti te­de­schi, l'uti­liz­zo di na­stri si­gil­lan­ti per chio­di in re­la­zio­ne a "sot­to­tet­to/sot­to­man­to as­si­cu­ra­to con giun­ti e per­fo­ra­zio­ni" (va­rian­ti di SO­LI­TEX con­nect) è una mi­su­ra sup­ple­men­ta­re ne­ces­sa­ria in pre­sen­za di "re­qui­si­ti più ele­va­ti" (ad es. va­lo­ri in­fe­rio­ri all'in­cli­na­zio­ne stan­dard del tet­to).
Per ta­li re­qui­si­ti, TE­SCON NAI­DECK è adat­to an­che co­me mi­su­ra sup­ple­men­ta­re per la crea­zio­ne di una co­per­tu­ra au­si­lia­ria.

 

Dati tecnici

  Stoffa
Materiale caucciú butilico
Strato di separazione carta siliconata
Proprietà Regolamento Valore
Colore nero
Spessore 1,0 mm
Periodo di esposizione agli agenti atmosferici 6 mesi, posa sotto la controlistellatura
Temperatura di applicazione +5 °C fino a +35 °C
Resistenza alla temperatura continua -40 °C fino a +80 °C
Conservazione in un luogo fresco e asciutto

 

Forme di erogazione

Numero articolo GTIN Lunghezza Larghezza Peso Conf. Conf./bancale
11737 4026639117373 20 m 50 mm 1,35 kg 6 576
11943 4026639119438 20 m 50 mm 33 kg 241 24
1AR00914 20 m 50 mm 0,7 kg 1 1
1: Conf. per professionisti non vendibile singolarmente

 

Supporti

Pri­ma dell’in­col­lag­gio, pu­li­re i sup­por­ti con una sco­pa, un pan­no o aria com­pres­sa.
L’in­col­la­tu­ra su su­per­fi­ci ghiac­cia­te non è pos­si­bi­le. As­si­cu­rar­si che non vi sia­no re­si­dui di so­stan­ze re­pel­len­ti sui ma­te­ria­li da in­col­la­re (es. gras­si o si­li­co­ni). Ve­ri­fi­ca­re che i sup­por­ti sia­no suf­fi­cien­te­men­te asciut­ti e ro­bu­sti.

Si può rea­liz­za­re una si­gil­la­tu­ra du­re­vo­le dei chio­di con tut­te le guai­ne pro cli­ma per ester­ni e al­tre guai­ne sot­to­tet­to o per ri­ve­sti­men­ti (es. PP e PET) co­sì co­me MDF e pan­nel­li sot­to­tet­to in fi­bra di le­gno.

I mi­glio­ri ri­sul­ta­ti ai fi­ni del­la si­cu­rez­za del­la co­stru­zio­ne si ot­ten­go­no su sup­por­ti di al­ta qua­li­tà.
La ve­ri­fi­ca dell’ido­nei­tà del sup­por­to rien­tra nel­la re­spon­sa­bi­li­tà del po­sa­to­re. Si con­si­glia even­tual­men­te di ef­fet­tua­re dei te­st d'in­col­lag­gio.
Nel ca­so di sup­por­ti non ro­bu­sti è con­si­glia­bi­le un pre­trat­ta­men­to con TE­SCON PRI­MER RP.

 

Condizioni generali

Misure di messa in sicurezza contro la perforazione possono essere raggiunte solo mediante guaine sottotetto e sottomanto posate senza pieghe e un raccordo di colla su entrambi i lati. Per permettere la lavorazione, le temperature di giorno e di notte devono essere >5 °C.