Consigli per una corretta applicazione

Pro cli­ma DB+ de­ve es­se­re po­sa­to cor­ret­ta­men­te per po­ter fun­zio­na­re in mo­do ef­fi­cien­te e pro­teg­ge­re la coi­ben­ta­zio­ne da pos­si­bi­li dan­ni edi­li e muf­fe. Qui tro­verà tut­ti i pas­sag­gi più im­por­tan­ti da os­ser­va­re per una po­sa a re­go­la d'ar­te.

Consigli di cantiere

Gal­le­ria d'im­ma­gi­ni con in­di­ca­zio­ne dei principali passaggi per una la­vo­ra­zio­ne a regola d'arte.

Nota

Le membrane non de­vo­no es­se­re espo­ste a piog­gia o ru­gia­da. La po­sa di DB+ all'ester­no é quin­di con­si­glia­bi­le so­lo in con­di­zio­ni me­teo­ro­lo­gi­che sta­bi­li o ad­di­zio­na­li prov­ve­di­men­ti di pro­te­zio­ne del manto.

Condizioni generali di posa

DB+ può essere po­sa­to sia con il la­to stam­pa­to, sia con il la­to non stam­pa­to, rivolto verso l'operatore. Non dev'essere messa in posa sotto trazione. Il peso del materiale coibente dev'essere supportato da rivestimenti interni adeguati o controlistellatura con distanza non superiore a 65 cm.

Si possono ottenere nastrature a perfetta tenuta all'aria so­lo su fre­ni al va­po­re po­sa­ti correttamente sen­za pie­ghe.

Un'elevata umidità dell'aria ambientale (per es. durante la fase costruttiva) dev'essere eliminata rapidamente mediante una ventilazione coerente e continua. Una ventilazione non costante non è sufficiente a lasciar fuoriuscire velocemente dall'edificio grandi quantità di umidità dovuta alla fase di costruzione. Even­tual­men­te si consiglia in questi casi l'impiego di un possibile deu­mi­di­fi­ca­to­re edi­le.

Per evi­ta­re la for­ma­zio­ne di ru­gia­da, la nastratura im­per­mea­bi­le all'aria di DB+ de­ve av­ve­ni­re im­me­dia­ta­men­te do­po il mon­tag­gio del­la coi­ben­ta­zio­ne. Que­sto va­le so­prat­tut­to per i la­vo­ri in in­ver­no.

In aggiunta ai materiali coibenti ad insufflaggio

DB+ può avere anche la funzione di elemento di chiusura sul lato interno per ma­te­ria­li coi­ben­ti ad in­suf­flag­gio di ogni ti­po. La sua ar­ma­tu­ra for­ni­sce un'al­ta re­si­sten­za al­lo strap­po du­ran­te l'in­suf­flag­gio.
Nel caso di posa trasversalmente alla struttura portante o in caso di sormonto di testa, direttamente al di sotto del sormonto delle membrane sigillato ermeticamente deve trovarsi un travetto di sostegno, al fine di evitare un carico di trazione agente sul giunto.
In alternativa, il nastro adesivo in corrispondenza del sormonto può essere rinforzato con strisce di nastro adesivo applicate trasversalmente con una distanza di 30 cm.

Ulteriori indicazioni

Le cir­co­stan­ze de­scrit­te si ri­fe­ri­sco­no al­lo sta­to at­tua­le del­la ri­cer­ca e dell'espe­rien­za pra­ti­ca. Ci ri­ser­via­mo il di­rit­to di ap­por­ta­re mo­di­fi­che ai si­ste­mi e al­le la­vo­ra­zio­ni con­si­glia­te, non­ché al­lo svi­lup­po fu­tu­ro e al­le con­se­guen­ti va­ria­zio­ni del­le ca­rat­te­ri­sti­che dei sin­go­li pro­dot­ti. La in­for­me­re­mo vo­len­tie­ri ri­guar­do pos­si­bi­li no­vità tec­ni­che al mo­men­to del­la po­sa.

La pre­ghia­mo di os­ser­va­re an­che i con­si­gli per l'in­col­lag­gio dei no­stri si­ste­mi nel­la ta­vo­la del­le ap­pli­ca­zio­ni pro cli­ma.