Indicazioni per la progettazione

Si de­vo­no os­ser­va­re i se­guen­ti pun­ti per la pro­get­ta­zio­ne e rea­liz­za­zio­ne in can­tie­re, al fi­ne di sfrut­ta­re al me­glio la gran­de ca­pa­cità del man­to pro cli­ma DA­SA­TOP di evi­ta­re pos­si­bi­li dan­ni edi­li al­la co­stru­zio­ne.

 

4 settimane di esposizione agli agenti atmosferici

pro clima DASATOP può essere esposta liberamente alle intemperie per un periodo massimo di 4 settimane, in cui svolge l'importante ruolo di pro­te­zio­ne del­la co­stru­zio­ne. Vi preghiamo di fare attenzione al fat­to che il manto DASATOP non co­sti­tui­sce una reale im­per­mea­bi­liz­za­zio­ne come su un tetto di "emergenza".
L'umidità può infiltrarsi attraverso graffe o altre perforazioni (chiodi, viti etc.). Nel ca­so di co­stru­zio­ni abi­ta­te e/o par­ti­co­lar­men­te esposte agli agenti atmosferici, si con­si­glia una co­per­tu­ra sup­ple­men­ta­re con te­li impermeabili.

 

Utilizzare materiali isolanti fibrosi

Materiali coibenti fibrosi sono ottimi
Affinché le caratteristiche igrovariabili di DASATOP possano agire, l'umidità deve poter fluire attraverso il freno al vapore. I materiali coibenti aperti alla diffusione forniscono questa garanzia e sono quindi consigliabili.

  • Nel caso di coibentazioni ad insufflaggio, DASATOP deve essere posata su tutta la superficie.
  • DASATOP può anche essere abbinata a materiali coibenti schiumosi ricoperti di feltro come sovracoibentazione supplementare (a partire da 50 mm di spessore) se la costruzione é aperta alla diffusione verso l'esterno. Questo vale tuttavia esclusivamente in zone di tetti spioventi, non nel caso di solai dei piani superiori contro sottotetti non riscaldati.

DASATOP Sub-and-Top mit Aufdopplung

Posa sotto il raddoppio

Se si deve aumentare la sezione delle travi si suggerisce di applicare prima DASATOP e poi procedere al raddoppio.
 In questo modo la barriera all'aria è situata sul lato caldo della costruzione, il che è vantaggioso dal punto di vista fisico-strutturale.

 

Può essere utilizzato anche in strutture aperte alla diffusione esternamente

Per non ostacolare l'asciugatura di ritorno, sulla parte interna della coibentazione non dovrebbero essere applicati strati frenanti la diffusione, come pannelli OSB o in legno multistrato. Sono adatti rivestimenti in pannelli di gesso, tavole profilate o strati d'intonaco su superfici portanti aperte alla diffusione come pannelli da costruzione leggeri a base di le­gno.

 

Utilizzare un rivestimento interno aperto alla diffusione

Al fine di proteggere le guaine dai raggi UV sono necessari ulteriori rivestimenti interni. Nel caso in cui questi manchino, ad es. nel sottotetto, devono essere predisposti successivamente.

 

Un'elevata umidità dell'aria ambientale

La resistenza alla diffusione di pro clima DASATOP é stata impostata in modo tale da fornire un'azione di freno al vapore sicura anche in bagni e cucine in presenza di abituali quantità standard di umidità nell'aria dell'ambiente per questi locali.
L'umidità dovuta al processo costruttivo dovrebbe poter essere eliminata, in linea generale, mediante l'areazione attraverso le finestre della costruzione. In inverno eventuali deumidificatori possono accelerare l'asciugatura. In questo modo si evitano umidità dell'aria molto elevate per lunghi periodi.

Valore medio sd con diverse umidità

Condizioni di asciugatura ottimali

Sicurezza grazie a un valore sd ridotto: se nella posa sub-and-top le guaine non vengono applicate in modo ottimale non può essere esclusa la formazione di tunnel di convezione ai travetti, che mettono a rischio la sicurezza. Per evitare danni edili è quindi importante che le guaine possano diventare estremamente aperte alla diffusione, in modo da poter far fuoriuscire rapidamente anche grandi quantità di umidità per convezione.

La resistenza variabile alla diffusione di DASATOP è ottimale per la posa rapida sub-and-top.

 

Controllo qualità

Diversamente dalla posa di guaine all'interno, il controllo della qualità mediante il metodo della differenza di pressione (ad es. con pro clima WINCON) é possibile solo in caso di sovrapressione., A questo fine, l'interno dell'edificio deve essere riem­pi­to di "fumo" con una mac­chi­na specifica a riguardo. All'esterno possono essere misurati così i dettagli relativi all'impermeabilità all'aria. E' importante che preventivamente le guai­ne siano sufficientemente fissate in modo meccanico sulla struttura. Nastrature e raccordi devono quindi essere eseguiti con particolare attenzione. La progettazione e l'esecuzione co­strut­ti­va det­ta­glia­ta, so­prat­tut­to nei punti critici dei rac­cor­di a gron­de e/o fron­to­ni, risulta par­ti­co­lar­men­te im­por­tan­te nel ca­so si avesse una coi­ben­ta­zio­ne sulla co­per­tu­ra.

 

Nota

Nel ca­so di do­man­de per una corretta progettazione e applicazione in cantiere, vi pre­ghia­mo di con­tat­ta­re l'ho­tli­ne tec­ni­ca pro cli­ma.

Naturalia-BAU
Fon +39 0473 499 050
Fax +39 0473 499 060
eMail info@naturalia-bau.it