Consigli per l'applicazione

SO­LI­TEX WEL­DA­NO dev'es­se­re po­sa­ta cor­ret­ta­men­te, per po­ter pro­teg­ge­re la coi­ben­ta­zio­ne da­gli agen­ti me­teo­ro­lo­gi­ci in mo­do ef­fi­ca­ce. Qui tro­verà tut­ti i pas­sag­gi di po­sa più im­por­tan­ti da se­gui­re per ot­te­ne­re un la­vo­ro a re­go­la d'ar­te.

 

 

Condizioni generali

SOLITEX WELDANO viene stesa in orizzontale (parallelo alla gronda). In generale è necessario garantire un deflusso ottimale dell’acqua. Vanno evitati i giunti a croce. Eventuali giunti tra guaine vanno realizzati sfalsati.

Per proteggere la struttura durante la fase di costruzione, le guaine sottotetto SOLITEX WELDANO possono essere esposte alle intemperie fino a 3 mesi (ad es. copertura ausiliaria come da ZVDH).
L’inclinazione del tetto deve essere almeno di 5°. A tal proposito vanno osservati i regolamenti e le disposizioni nazionali.

I fissaggi non devono essere realizzati in superfici o zone in cui defluisce l'acqua raccolta (ad es. in scanalature). Si suggerisce l’uso di elementi di fissaggio resistenti alla corrosione.

La saldatura dei bordi delle guaine va realizzata con il sistema del solvente di saldatura WELDANO TURGA o con uno strumento ad aria calda. L’area di saldatura deve essere asciutta, priva di ghiaccio, polvere e grassi. In caso di sporcizia persistente (ad es. olio) inumidire leggermente un panno con il solvente di saldatura WELDANO TURGA e rimuovere lo sporco. Entrambi i lati della guaina possono essere saldati e sono adatti come lato superiore.
Saldare con solvente di saldatura a partire da 0 °C. Leggere attentamente le indicazioni di pericolo sulla confezione.

Se si utilizzano strumenti ad aria calda consigliamo una temperatura compresa tra ca. 220 e 280 °C, in base alla temperatura ambiente e alle condizioni del vento. Effettuare una prova di saldatura su un campione. Per le linee di saldatura delle superfici si è dimostrato efficace un ugello di 40 mm di larghezza. Per le saldature di precisione a volte è più pratico un ugello di 20 mm.

La guaina passatubi WELDANO ROFLEX è adatta per tubi di diametro da 90 a 125 mm con un’inclinazione del tetto da 5 a 25°.
La guaina passatubi WELDANO ROFLEX PLUS è adatta per tubi di diametro da 90 a 120 mm con un’inclinazione del tetto a 50°.

In alternativa all’utilizzo dei componenti preformati WELDANO ROFLEX, WELDANO INVEX e WELDANO INCAV, è possibile anche tagliare a misura la guaina SOLITEX WELDANO.

Importante: la controlistellatura inserita nel sottotetto impermeabile all'acqua deve essere montata asciutta e smussata sul lato superiore (≥ 3 mm). La cosa migliore è utilizzare legno massiccio da costruzione.

 

Altre condizioni quadro per la Germania

In ba­se ai re­qui­si­ti pre­vi­sti co­me mi­su­ra sup­ple­men­ta­re, la guai­na sot­to­tet­to può es­se­re rea­liz­za­ta in ver­sio­ne im­per­mea­bi­le al­la piog­gia o all’ac­qua (co­me da ZV­DH).
Sot­to­tet­to re­si­sten­te al­la piog­gia: la con­tro­li­stel­la­tu­ra vie­ne po­sa­ta so­pra la guai­na sot­to­tet­to.
Sot­to­tet­to re­si­sten­te all’ac­qua: la con­tro­li­stel­la­tu­ra vie­ne in­se­ri­ta nel­lo stra­to im­per­mea­bi­le. In que­sto ca­so la guai­na sot­to­tet­to vie­ne fat­ta pas­sa­re so­pra la con­tro­li­stel­la­tu­ra, op­pu­re le stri­sce SO­LI­TEX WEL­DA­NO-S ven­go­no po­sa­te so­pra la con­tro­li­stel­la­tu­ra e sal­da­te su en­tram­bi i la­ti con la guai­na sot­to­tet­to.

In ca­so di sot­to­tet­to re­si­sten­te al­la piog­gia è pos­si­bi­le pre­ve­de­re una ven­ti­la­zio­ne del col­mo. In que­sto ca­so la guai­na sot­to­tet­to de­ve ter­mi­na­re al mas­si­mo a 30 mm dal ver­ti­ce del col­mo.
Co­pri­re l’aper­tu­ra di ven­ti­la­zio­ne con una stri­scia di guai­na lun­go l’as­se del col­mo so­pra la con­tro­li­stel­la­tu­ra.
In ca­so di sot­to­tet­to im­per­mea­bi­le all’ac­qua non è pos­si­bi­le pre­ve­de­re una ven­ti­la­zio­ne del col­mo.

La guai­na sot­to­tet­to SO­LI­TEX WEL­DA­NO vie­ne po­sa­ta al ca­na­le di gron­da con una giun­zio­ne im­per­mea­bi­le al ven­to e all’ac­qua. Il ca­na­le di gron­da può es­se­re rea­liz­za­to co­me goc­cio­la­to­io sot­to la gron­da­ia o co­me ca­na­le di con­vo­glia­men­to nel­la gron­da­ia.
Per pro­teg­ge­re nel tem­po la guai­na sot­to­tet­to dai rag­gi di­ret­ti del so­le, la lar­ghez­za del ca­na­le di gron­da de­ve es­se­re scel­ta in ba­se all'in­cli­na­zio­ne del tet­to e all'orien­ta­men­to del com­po­nen­te.

 

Altre condizioni quadro per la Svizzera

In caso di carichi elevati (ad es. inclinazioni inferiori ai 10°) è necessario inserire anche una protezione supplementare della controlistellatura tramite saldatura (con SOLITEX WELDANO o con le strisce isolanti SOLITEX WELDANO-S).

Conformemente a quanto previsto da SIA 232/1, per il sottotetto va sempre previsto un drenaggio per carichi eccezionali all’interno di grondaie o su superfici del tetto contigue.
Per proteggere nel tempo la guaina sottotetto dai raggi diretti del sole, la larghezza del canale di convogliamento deve essere scelta in base all'inclinazione del tetto e all'orientamento del componente.
Nelle aree a maggiore rischio di penetrazione di acqua di condensa, formazione di ghiaccio o depositi di neve, SOLITEX WELDANO va sostituita con una guaina tetto piatta.

 

Ulteriori indicazioni

Le cir­co­stan­ze de­scrit­te si ri­fe­ri­sco­no al­lo sta­to at­tua­le del­la ri­cer­ca e dell‘espe­rien­za pra­ti­ca. Ci ri­ser­via­mo il di­rit­to di ap­por­ta­re mo­di­fi­ca­zio­ni al­le co­stru­zio­ni e al­le la­vo­ra­zio­ni con­si­glia­te, non­ché al­lo svi­lup­po fu­tu­ro e al­le con­se­guen­ti va­ria­zio­ni del­le ca­rat­te­ri­sti­che dei sin­go­li pro­dot­ti.
La in­for­mia­mo vo­len­tie­ri ri­guar­do al­lo sta­to at­tua­le del­le co­no­scen­ze tec­ni­che al mo­men­to del­la po­sa.
La do­cu­men­ta­zio­ne pro cli­ma re­la­ti­va al­la pia­ni­fi­ca­zio­ne con­tie­ne ul­te­rio­ri in­for­ma­zio­ni ri­guar­dan­ti i det­ta­gli di la­vo­ra­zio­ne e co­stru­zio­ne.
La pre­ghia­mo di os­ser­va­re an­che i con­si­gli per l'in­col­lag­gio dei no­stri si­ste­mi nel­la ta­vo­la del­le ap­pli­ca­zio­ni pro cli­ma.